La cura pastorale dei migranti cattolici orientali nei Paesi occidentali

Incontro dei vescovi delle chiese orientali cattoliche in Europa

Santuario di Fátima, Portogallo, 20-23 ottobre 2016

400

L’incontro annuale dei vescovi delle chiese orientali cattoliche in Europa si svolge quest’anno a Fátima (Portogallo), su invito del Patriarca di Lisbona, il Cardinale Manuel Clemente, presidente della Conferenza episcopale portoghese.

In questo incontro-pellegrinaggio al santuario mariano di Fátima, di cui ricorrerà nel 2017 il centesimo anniversario delle apparizioni, i vescovi rappresentanti 15 Chiese cattoliche orientali in Europa insieme a vescovi rappresentanti diverse conferenze episcopali dei Paesi dell’Europa occidentale (Francia, Germania, Portogallo, Regno Unito e Spagna) si confronteranno sulla sfide della cura pastorale dei migranti cattolici orientali in quei Paesi. In effetti, sin dal crollo dei regimi totalitari nei Paesi dell’Est-Europeo, un flusso massiccio di migranti cattolici di rito orientale, appartenenti quindi prevalentemente a chiese sui iuris, hanno iniziato una nuova vita nei Paesi Occidentali. Dopo vent’anni, con un flusso abbastanza costante di nuovi migranti e la nascita della seconda generazione fra i primi arrivati, le chiese locali che accolgono, prevalentemente di rito latino nei Paesi occidentali, sono confrontate a nuove sfide in termini di preservazione dell’identità culturale ed ecclesiale di questi migranti.

Nel santuario mariano, insieme al prefetto per la Congregazione per le Chiese orientali, il Cardinale Leonardo Sandri, i partecipanti analizzeranno pertanto alcune questioni e sfide legate a questo particolare fenomeno migratorio. La situazione economica dei Paesi dell’Est-Europeo che porta alle migrazioni con il contributo dell’economista, prof. João Luís César das Neves, la questione dell’integrazione, arricchita dalle testimonianze di una famiglia romena e di una docente che lavora quotidianamente con i “figli” dei migranti o ancora il rapporto tra chiesa che accoglie e chiesa di origine.

L’incontro, scandito dalla celebrazione quotidiana dell’eucarestia in vari riti orientali, a testimonianza della ricchezza delle varie tradizioni liturgiche nella Chiesa cattolica, prevede anche una visita al Santuario di Nostra Signora a Nazaré e una preghiera di affidamento, nel santuario di Fátima, presieduta dal Segretario del dicastero vaticano preposto alla cura delle Chiese orientali, l’arcivescovo slovacco Cyril Vasil’.

All’incontro, organizzato dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), parteciperà tra l’altro, quale suo primo incontro in qualità di nuovo Presidente del CCEE, il Cardinale Angelo Bagnasco.

I lavori si concluderanno domenica 23 ottobre con la celebrazione della divina liturgia presieduta da Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, Arcivescovo Maggiore di Kyiv-Halyč nella Chiesa della Santissima Trinità e il passaggio della Porta Santa della Misericordia.

----------------

Avvisi per i giornalisti

L’incontro è a porte chiuse ad eccezione della sessione di apertura il giovedì 20 ottobre dalle ore 16.00 nel salone parrocchiale Rua dos Jerónimos, 3 a Lisbona, a cui seguiranno i vespri in rito bizantino nella chiesa adiacente.

Un comunicato stampa sarà rilasciato al termine dei lavori lunedì 24 ottobre. Il programma completo e la lista dei partecipanti sono disponibili su: www.ccee.eu

L’incontro si svolge presso la Casa de Nossa Senhora das Dores (Fátima).

 

In seno alla Chiesa cattolica, esistono delle Chiese particolari, dette Chiese sui iuris o Riti, in piena comunione con la Chiesa di Roma ma che si distinguono dalla Chiesa cattolica latina per forme diverse di culto liturgico e pietà popolare, disciplina sacramentale (amministrazione dei sacramenti) e canonica (norme giuridiche), per terminologia e tradizione teologiche. Attualmente esistono nel mondo 24 Chiese sui iuris con vari riti liturgici in piena comunione con Roma, di cui 15 quelle di rito liturgico bizantino.

Lista delle Chiese sui iuris presenti all’incontro

  • Chiesa cattolica italo-albanese
  • Chiesa greco-cattolica bielorussa
  • Chiesa cattolica di rito bizantino slavo di Bulgaria
  • Chiesa maronita
  • Chiesa cattolica greca di rito bizantino
  • Chiesa greco-cattolica in Polonia
  • Chiesa greco-cattolica rumena
  • Chiesa greco-cattolica rutena
  • Chiesa greco-cattolica slovacca 
  • Chiesa greco-cattolica ucraina
  • Chiesa greco-cattolica ungherese
  • Chiesa armena cattolica
  • Chiesa siriana cattolica
  • Chiesa greco-melchita cattolica

Il primo incontro si svolse nel 1997 nella diocesi di Hajdúdorog (Ungheria) e fu promosso dal Cardinale Achille Silvestrini, allora Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, che volle creare uno spazio dove i vescovi di quelle chiese, che erano state particolarmente colpite dal regime ateo, “trovino con sempre maggiore chiarezza il loro ruolo nell’Europa di oggi e siano amate e stimate per la loro storia di fedeltà alla Chiesa e al Papa, pagata a caro prezzo” (Dalla presentazione del Cardinale Achille Silvestrini degli Atti del primo incontro).

Deutsch, English, Français, Italiano and Portuguese press release

For further information, please visit this page