Annunciare, conoscere e vivere la fede in Cristo

Incontro dei vescovi cattolici orientali d’Europa

Londra, Gran Bretagna, 26-29 ottobre 2017

400o

L’incontro annuale dei vescovi cattolici orientali d’Europa si svolge quest’anno a Londra (Gran Bretagna), su invito di S.E. Mons. Hlib Lonchyna, Vescovo dell’Eparchia Cattolica Ucraina della Sacra Famiglia di Londra in occasione del 60emo anniversario dell’istituzione dell’Esarcato Apostolico per i fedeli greco-cattolici Ucraini in Gran Bretagna. L’Esarcato è stato elevato allo status di Eparchia nel 2003.

Quest’anno, al centro del loro incontro, i vescovi delle Chiese cattoliche orientali del continente si confronteranno sull’annuncio del vangelo di Cristo, il suo approfondimento e la sua celebrazione. La scelta del tema è stata dettata dalle numerose sfide, quali il fenomeno migratorio di molti cattolici orientali in regioni e Paesi di diversa tradizione cristiana o denominazioni; le sfide con una cultura individualista e consumistica che vede la religione come un mero prodotto da consumare ecc. Le Chiese cattoliche orientali stanno tentando di rispondere a queste sfide attraverso la riscoperta di alcuni elementi propri alla loro tradizione orientale.

 “In Europa, oggi, molte persone sono lontane dalla religione”, afferma il Vescovo Hlib Lonchyna, e prosegue “Il cristianesimo, che per secoli ha animato e ispirato la vita d’intere generazioni di cittadini del continente, è oggi troppo spesso percepito solo nella sua forma istituzionale e come un insieme costringente di precetti e di regole da seguire. Bisogna invece fare riscoprire la bellezza dell’incontro personale e comunitario con Cristo. Per questo, la Chiesa ritiene essere suo dovere e sua missione annunciare a ogni uomo il vangelo di Cristo – la buona novella di un Dio che per amore del genere umano, si è fatto uomo, è morto ed è risorto (Kerigma) – aiutarlo ad approfondire il suo rapporto e la sua conoscenza di Cristo (Catechesi) e condurlo a vivere e celebrare la propria fede con una vita sacramentale (Mistagogia). Questa è stata ed è ancor oggi la missione della Chiesa, e in questa missione le Chiese cattoliche orientali – e tra le quali Chiesa greco-cattolica - hanno un contributo specifico da offrire”.

I lavori inizieranno nel tardo pomeriggio del prossimo 26 ottobre con una sessione inaugurale che prevede una presentazione dell’Eparchia della Sacra Famiglia e durante la quale interverranno anche il Nunzio Apostolico in Gran Bretagna, l’Arcivescovo Edward Joseph Adams, e un rappresentante della Conferenza Episcopale d’Inghilterra e Galles. Nelle successive sessioni di lavoro, i vescovi cattolici orientali affronteranno i tre aspetti della missione evangelizzatrice della Chiesa (annuncio, catechesi e celebrazione dei sacramenti). Il programma e i temi degli interventi sono disponibili sul sito del CCEE (www.ccee.eu).

L’incontro, al quale parteciperanno vescovi e membri del clero rappresentanti di 12 Chiese cattoliche orientali in Europa (l’elenco è presente qui sotto), sarà scandito dalla celebrazione quotidiana della Divina Liturgia (eucarestia) in vari riti orientali, a testimonianza della ricchezza delle varie tradizioni liturgiche nella Chiesa cattolica. Sabato 28 ottobre, Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, Arcivescovo Maggiore di Kyiv-Halyč, presiederà una Divina Liturgia Pontificale nella cattedrale di Westminster. L’evento è ospitato da Sua Eminenza il Cardinale Vincent Nichols, Arcivescovo di Westminster e Vicepresidente del CCEE, che terrà l’omelia.

All’incontro, co-organizzato e sponsorizzato dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE), parteciperà il Segretario del dicastero vaticano preposto alla cura delle Chiese orientali, l’arcivescovo Cyril Vasil’.

I lavori si concluderanno domenica 29 ottobre con la celebrazione della Divina Liturgia nella Cattedrale Cattolica Ucraina della Sacra Famiglia in Esilio.   

----------------

Avvisi per i giornalisti

L’incontro è a porte chiuse. Interviste possono essere concordate durante le pause rivolgendosi a Myroslava Matwijiwskyj - Mobile: +44 (0)7595 896 781 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per la celebrazione alla cattedrale di Westminster il 28 ottobre, l'ingresso è consentito solo ai detentori del biglietto.

Un comunicato stampa sarà rilasciato al termine dei lavori lunedì 30 ottobre. Il programma completo e la lista dei partecipanti sono disponibili su: www.ccee.eu

L’incontro si svolge presso il Centro Focolare per l’Unità (69 Parkway, Welwyn Garden City, Hertfordshire AL8 6JG).

 

In seno alla Chiesa cattolica, esistono delle Chiese particolari, dette Chiese sui iuris o Riti, in piena comunione con la Chiesa di Roma ma che si distinguono dalla Chiesa cattolica latina per forme diverse di culto liturgico e pietà popolare, disciplina sacramentale (amministrazione dei sacramenti) e canonica (norme giuridiche), per terminologia e tradizione teologiche.

Lista delle Chiese sui iuris presenti all’incontro

  • Chiesa cattolica italo-albanese (diocesi di Lungro e Piana degli Albanesi, in Italia)
  • Chiesa greco-cattolica in Bielorussia
  • Chiesa cattolica di rito bizantino slavo di Bulgaria
  • L’Arcidiocesi di Cipro dei Maroniti e Maroniti in Europa (Cipro, Francia e EU Occidentale)
  • Chiesa cattolica greca di rito bizantino
  • Chiesa greco-cattolica in Romania
  • Chiesa greco cattolica in Serbia e Montenegro
  • Chiesa greco-cattolica in Slovacchia
  • Chiesa greco-cattolica ucraina (Ucraina, Francia, Gran Bretagna e Irlanda, Germania, Italia, Paesi Scandinavi, Polonia, comunità ucraine nel mondo)
  • Chiesa greco-cattolica in Ungheria
  • Chiesa armena cattolica (Europa)
  • Chiesa siro-malabarese in Gran Bretagna

Il primo incontro si svolse nel 1997 nella diocesi di Hajdúdorog (Ungheria) e fu promosso dal Cardinale Achille Silvestrini, allora Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, che volle creare uno spazio dove i vescovi di quelle chiese, che erano state particolarmente colpite dal regime ateo, “trovino con sempre maggiore chiarezza il loro ruolo nell’Europa di oggi e siano amate e stimate per la loro storia di fedeltà alla Chiesa e al Papa, pagata a caro prezzo” (Dalla presentazione del Cardinale Achille Silvestrini degli Atti del primo incontro). Dal 2009, questi incontri sono patrocinati dal CCEE.

  Il comunicato stampa è disponibile in Francese, Inglese, Italiano e Tedesco.